SPECIALE SAGHE...ANCORA...

Si, si come più volte spergiurato...tocca ad...

ALIEN


Come tanti grandi risultati dell'umanità, anche questo film nasce da un fallimento, la leggendaria trasposizione di dune da parte del genio jodorowsky, progetto enorme, assurdo, in pratica impossibile da realizzare ma che ispiro anche lucas per star wars...ne usci un documentario qualche anno fa sul quale butterei un occhio...da una costola di questo incontro-scontro di genialità pure e vivide, nasce appunto alien dove si trovano a collaborare gente come: hr giger, moebius, carlo rambaldi, chriss foss, dan o'bannon, walter hill, jerry goldsmith, ridley scott...se conoscete un altro progetto con tanta materia prima al lavoro fatemi un fischio, il film è ovviamente piccolo, quindi fattibile, la storia è semplice e diretta quasi a volersi concentrare su altro, il cast messo insieme è pieno di attori di talento, a partire da una giovanissima sigourney weaver e un quartetto di fenomeni come: john hurt, ian holm, henry dead stanton e tom skerrit in pratica una storia da b-movie curata sotto tutti gli aspetti tecnici in maniera extra-lusso...parliamo di un film del '79 che visto oggi pare uscito ieri, con questo film si può dire che nasce la fantascienza moderna, dove questa pellicola reappresenta a 40 anni dall'uscita un punto fermo e di partenza per tutti.
si parte con la visione di questa nave nello spazio, la nostromo che pare un castello stregato, per arrivare nel relitto dimenticato dove comincia l'orrore...e qui un turbinio di tensione che si accumula con diverse scene clou ormai entrate nella storia del cinema, i corridoi scuri...i rumori degli strumenti...il silenzio assoluto dello spazio che circonda la nave...con questa leggendaria creatura che si vede sempre pochissimo, che pare in agguato ad ogni angolo buio della nostromo, con questo film si riesce a trovare un punto di congiunzione quasi perfetto, con l'horror di matrice splatter, vista la nascita leggendaria della creatura, e quello più da jump-scare con la creatura una volta adulta pronta a saltare fuori per attaccare i componenti della ciurma di questi camionisti spaziali, un film che riesce a dare forma alle paure ancestrali dell'uomo, il mio consiglio, dando per scontano che l'avete visto almeno una volta e di rivederlo, perchè vi sbalordirete di come sia ancora attuale e funzioni benissimo tutt'oggi.
Il film esce ed è un successo enorme, sia di critica che di pubblico, tanti soldi incassati tanti premi ricevuti, una leggenda che dura tutt'oggi.
Come si faceva una volta, si fa passare del tempo prima di cominciare a parlare di un sequel cinematografico...si arriva al '86 con james cameron fresco del successo di terminator.

ALIENS


E' guerra recitava la tagline sul poster...dopo che nel primo si diceva: nello spazio nessuno potrà sentirti urlare...dichiarazioni di intenti direi più che rispettate...ovviamente parliamo di un film amatissimo come aliens, ma nel tempo ho conosciuto diversi figuri che non la pensano cosi, che speravano come il franchise seguisse una via meno a stelle e strisce, con la creatura che per loro in questo film viene svilita, un pò hanno anche ragione perchè diventa in pratica come detto anche nel film, una caccia all'insetto, dove decine di queste creature vengono fatte a pezzi e quindi un pò di mistero va a perdersi per sempre.
In questo film fanno la loro comparsa, i leggendari e inarrivabili marines dello spazio... cosa siamo: MARINES!!!...un manipolo di personaggi che con un paio di battute a testa, e altrettante inquadrature entrano di diritto nel immaginario collettivo come tra i personaggi più cazzuti e cazzoni della storia del cinema...sei troppo troppa...escono dalle fottute pareti...siete sull'ascensore per l'inferno...fine della partita...sono frasi che oggi giorno potreste ascoltare tranquillamente in qualche conversazione.
Cameron da genio qual'è sa che non può giocarsela solo sulla tensione come nel primo film, allora affonda il pedale dell'azione, avendo a disposizione un budget modesto, la fox sia per alien che per predator ha sempre avuto storicamente il braccino, ambienta tutto il film in set chiusi, a tratti claustrofobici, il film dopo che i nostri arrivano sul pianeta scoprono dove sono i coloni...accelerare e non si ferma più fino alla fine, è un meraviglioso giro di montagne russe...dove la posta dello scontro viene sempre più alzata fino allo scontro tra le due madri del film, entrambe a difesa della cosa più preziosa, la loro prole.
Torna la weaver, che qui viene consacrata ad eroina action, c'è lance henriksen che ruolo del androide bishop, c'è michael biehn  e pure bill paxton che insieme a janette goldstein si prendono la maggior parte delle battute ormai da antologia del film...quanti hanno provato ad imitare manipoli di soldati di questo tipo, predator ne è un esempio abbastanza riuscito...ma gli originali e inarrivabili sono loro...sembra quasi una cosa semplice: una fazza da schiaffi, gli metti in bocca un paio di freddure-battute e via...ma chissà perchè queste vette non sono state più toccate.
Il film inutile dire, è un successo pazzesco, apprezzatissimo da critica e pubblico, un classicone da vedere tutt'oggi...si inizia subito a parlare di un sequel, ma le idee non sono chiarissime...si scrivono tantissime sceneggiature poi scartate, segno di un progetto che non nasce proprio sotto una buona stella e con le idee chiarissime...e si arriva ai primi anni 90...

ALIEN 3


Con questo film, secondo me viene fuori tutta la capacità di hollywoo di fare e disfare...di fregarsi con le proprie mani, è uno degli esempi più eclatanti... si continua a dare una possibilità a giovani promesse come scott e cameron al tempo...avendo avuto l'intuizione di ingaggiare per la regia l'esordiente david fincher a quel tempo autore solo di alcuni meravigliosi video clip musicali, per poi metterlo alla porta a film quasi ultimato, perchè non faceva il film che dicevano loro...per il regista l'esperienza fu traumatica, tanto da paragonarla ad un incidente stradale, dove pian piano la mente tende a cancellare i brutti ricordi del avvenimento, tant'è che non ha voluto più lavorare al film nemmeno dopo tanti anni di distanza quando hanno messo in piedi le edizioni speciali home video di tutte le pellicole, dove alien3 ovviamente è il film con più cambiamenti tra le due versioni, rinunciando anche a bei soldi...no, grazie.
C'è da dire che il film, visto i due illustrissimi predecessori, parte con una grande eredità sulle spalle..fincher prova a riportare tutto su un piano vicino al primo film, il prologo praticamente cancella tutto quello successo nel secondo film, cosa che fa ancora oggi imbestialire cameron, e quindi ci troviamo una ripley su un pianeta ostile di ergastolani con una creatura pronta a fare strage, i set sono molto belli, sporchi e tetri, il cast è anche qui molto ricco di talenti, anche se spesso vanificati dal montaggio cinematografico della pellicola viene recuperata un aura di mistero intorno alla creatura con tanto di temi religiosi tirati in ballo per la prima volta nella saga, il film alla fine funziona pure dai, ma non è nemmeno lo stesso sport dei primi due, ha diverse sequenze ben riuscite, come il funerale-nascita, il sacrificio finale ma è veramente troppo poco per poter competere a quei livelli lì, certo viste tutte le vicissitudini passate, parliamo di una delle produzioni più travagliate e problematiche della storia del cinema è già tanto che sia uscito un film con inizio, corpo e fine...con un senso compiuto e si anche guardabile...sembrerebbe finita qui...ma per colpa della pecora dolly, così non è...siamo nel '97...

ALIEN LA CLONAZIONE


Errare è umano...perseverare è da coglioni...viene ingaggiato jaen-pierre jeunet, talentuoso regista francese, ma anche qui gli viene concesso pochissimo spazio di manovra...lui stesso disse che non mollo' armi e bagagli solo perchè non voleva bruciarsi la pista americana al primo giro, diventando un regista cosi "problematico", del suo film rimane la bellissima scena dei cloni, e la fotografia gialla...ma gialla gialla...come la famosa cravatta della barzelletta.
Il film è ambientato 200 anni dopo i fatti del terzo, ripley non è più ripley...in pratica uno spin-off della saga principale...è tutto esagerato, tutto grottesco, un film sempre sopra le righe, si prova a riportare il franchise su terreni action ma senza troppa fortuna, figa comunque la scena sott'acqua, ma se pensi come era asciutto il primo film viene comunque da piangere...sia chiaro uno delle forze di questa saga è proprio che ogni film precedente riusciva a rispecchiare il regista in cabina di regia, ma in questo caso il nostro francesino pare proprio un pesce fuor d'acqua, l'uomo sbagliato al posto sbagliato, il film dopo gli incassi mosci del terzo si conferma essere un'altra battuta d'arresto per il franchise, che viene messo definitivamente in naftailna...in alien 3 era stata la weaver a chiedere la morte di ripley per chiudere con questo personaggi per poi tornare sui suoi passi con ripley 8...però nessuno o quasi è più interessato a sapere come proseguiranno le sue avventure,il personaggio muore nuovamente, i personaggi cinematografici possono sopravvivere alla morte nelle pellicola, ma alla morte del boxoffice e dei biglietti staccati, non c'è più ancora rimedio.

AVP-AVP:R

Ne ho parlato nello speciale su predator, mentre per il frangente alien, tolto il look del predalien e al suo modo riproduttivo (giovane regina o metodo ereditato dai predator? la domanda eterna senza riposta) appunto c'è poco da aggiungere alla mitologia di questo mitica creatura...se come dicevo predator con gli avp viene inquadrato da un punto diverso, quasi da eroe della storia, alien continua a fare quello che aveva fatto nei film precedenti...il suo solito repertorio, è come lo squalo viene ammazza e se ne va...con il predalien si ha qualche variante, ma il succo rimane quello, rimane bestia da macello, secondo scott questi film hanno ucciso definitivamente il mistero intorno alla creatura, forse ha anche ragione ma come dissi sempre nello speciale di predator, scott ha il dente avvelenato per il mancato alien 5.
Questi due filmetti però sono un discreto successo, fanno tornare interesse intorno a queste due creature e come per predator si inizia a parlare di un nuovo progetto legato al franchise, siamo al 2012...

PROMETHEUS


E alien senza alien ma con un pizzico di alien...il dilemma che ha accompagnato un pò tutta lavorazione del film...nasce come prequel, al fine di narrare cosa succede prima di alien, con scott che torna al genere sci-fi dopo una vita e due filmetti come alien e blade runner....ma da subito dice che per lui la creatura è bruciata per colpa degli avp (!!!) e quindi bisogna spostare l'attenzione su altro e fino a qui nessuno ha da obiettare...ci si concentra e si prende spunto quindi sul astronave e il pilota di essa ormai fossilizzato, andando di ret-con, si dice che quel tipo con la fazza di elefante lì non è altro che un umanoide, detto ingegnere e quella che lo ricopre non è altro che la sua tuta...e messa così si potrebbe anche fare alla fine...il progetto ha giustamente tutta l'aura del evento, c'è un budget più che decoroso, un cast ottimo che va da michael fassbender a charlize theron, da noomi rapace a idris elba senza dimenticare guy pearce...scott da grande artigiano del cinema qual'è cerca di usare il più possibile set reali ed effetti pratici, e sotto questo punto di vista è tutto molto curato e fatto come si deve, poi c'è la storia...e qui casca il serpente alieno...com'è sta storia..? eh abbastanza inconcludente e farraginosa, scontata e dritta come la corsa finale della theron,  con i nostri che una volta arrivati sul pianeta iniziano a fare una serie di cazzate senza senso, a toccare robe a caso e a fare a gara chi muore per primo...insomma un occasione persa? probabilmente si, finale apertissimo che rimanda tutte le spiegazioni al sequel...che arriveranno come no...passano 5 anni, 2017...

ALIEN:COVENANT



Immagino che tutti avete almeno un amico, parente, conoscente...quello che vi pare...che una volta che attacca a parlare non la pianta più, che insomma non ha ricevuto il dono della sintesi, ecco questo progetto prequel è cosi: che hai fatto sabato sera? e questo parte con: eh, lunedi sono andato al mare...martedi ecc...ecco con questi prequel siamo fermi a mercoledi...
Si arriva a questo film pieni di domande, ma subito gli ingegneri vengono liquidati in 20 secondi, il personaggio della rapace in anche meno tempo, e quindi david si erge a protagonista della saga a (ri)creatore di queste meravigliose creature, dove per l'ennesima volta abbiamo a che fare un equipaggio di idioti che fanno a gara a chi muore per primo e nella maniera più idiota, immagino che prima o poi ci sarà uno spiegone su come alcuni umani nel futuro si sono bevuti il cervello, dove i camionisti spaziali del primo film vengono fuori come delle volpi e con due battute ti creano un personaggio (giusto!), questi sono praticamente tutti interscambiabili, pura carne da macello, il film a livello di violenza e gore e bello peso ha i suoi bei momenti, ma alla fine non ci si può che domandare dove cavolo vogliono andare a parare sti prequel, hanno buttato sul piatto temi elevati, filosofici, ma nessuno glieli aveva chiesti visto che non hanno mai fatto parte del dna della saga, facendo risultare tutto tronfio e fuori luogo per film che dovrebbero essere sostanzialmente b-movie coi contro cazzi, scott se volevi ti facevi un altro blade runner o robe cosi e via...ci dovevano raccontare cosa avevano fatto sabato: la nave del primo film...e invece si becchiamo tutta la settimana: con ingegneri che fanno dio, androidi che fanno dio, gli umani che vorrebbero fare dio...decine di personaggi inutili, senza che se ne veda la fine e un senso...


DIARIO DI BORDO

Ad oggi un terzo prequel è assai improbabile, perchè covenant è passato abbastanza in sordina e perchè ancora non si capisce cosa voglia farne il topastro di questi franchise non vendibili ai bambini...ma sanno che gli hanno comprati, si? eh? nel cestone sotto avatar e la roba marvel, ci stanno pure alien e predator...guardate bene, in mezzo alla biancheria sporca...comunque...si parla invece di un alien 5...cioè alien 3...lo stesso giochino fatto con l'ultimo terminator in pratica, nonostante gli sia andata malissimo lì, cameron pare resti deciso a cancellare l'odiato film di fincher...c'era blomkamp alla regia che poi ha mollato, ma il progetto resta in piedi...

personalmente non saprei, il concept dei prequel era interessante, ma al momento pare del tutto vanificato,cioè l'interesse per il destino di david e la curiosità morbosa di vedere dove cavolo vanno a parare resta e comunque allo xeno non si dice mai di no, però i patti erano altri...l'idea di un nuovo alien 3, con nonna ripley non mi convince del tutto e poi come saprete questi retcon non è che siano proprio il massimo della vita per me...nello spazio nessuno può sentirti urlare dicevano...ma nemmeno bestemmiare.




Commenti

Post popolari in questo blog

Stop Motion Mon Amour

SPECIALE SAGHE...DI NUOVO...